Rosario Livatino – In nome della legge (VIDEO)

play livatino

Vincenzo Saito (giudice presso il tribunale di Ragusa) ricorda l’amico e collaboratore Rosario Livatino, il giudice ragazzino, assassinato brutalmente dalla mafia il 21 settembre 1990.

Rosario Livatino è nato a Canicattì il 3 ottobre 1952, dal papà Vincenzo, laureato in legge e pensionato dell’esattoria comunale, e dalla mamma Rosalia Corbo. Rosario conseguì la laurea in Giurisprudenza all’Università di Palermo il 9 luglio 1975 a 22 anni col massimo dei voti e la lode. Il conseguimento della laurea, alla prima sessione utile, era solo la momentanea conclusione di una brillantissima carriera scolastica iniziata alla scuola elementare De Amicis, proseguita alla scuola media Verga e conclusa al Liceo Classico Ugo Foscolo di Canicattì sempre con voti e giudizi ottimi, compreso un lusinghiero “dieci” in matematica.

Il 21 aprile ’90 conseguì con la lode il diploma universitario di perfezionamento in Diritto regionale.
Giovanissimo entra nel mondo del lavoro vincendo il concorso per vicedirettore in prova presso la sede dell’Ufficio del Registro di Agrigento dove restò dal 1° dicembre 1977 al 17 luglio 1978. Nel frattempo però partecipa con successo al concorso in magistratura e superatolo lavora a Caltanissetta quale uditore giudiziario passando poi al Tribunale di Agrigento, dove per un decennio, dal 29 settembre ’79 al 20 agosto ’89, come Sostituto Procuratore della Repubblica, si occupò delle più delicate indagini antimafia, di criminalità comune ma anche (nell’85) di quella che poi negli anni ’90 sarebbe scoppiata come la “Tangentopoli siciliana”. Fu proprio Rosario Livatino, assieme ad altri colleghi, ad interrogare per primo un ministro dello Stato. Dal 21 agosto ’89 al 21 settembre ’90 Rosario Livatino prestò servizio presso il Tribunale di Agrigento quale giudice a latere e della speciale sezione misure di prevenzione. Dell’attività professionale di Rosario Livatino sono pieni gli archivi del periodo non solo del Tribunale di Agrigento ma anche degli altri uffici gerarchicamente superiori.

Molto rari gli interventi pubblici così come le immagini. Gli unici interventi pubblici, fuori dalle aule giudiziarie, che costituiscono una sorta di testamento sono rappresentati da “Il ruolo del Giudice in una società che cambia” del 7 aprile 1984 e “Fede e diritto” del 30 aprile 1986 (i documenti integrali sono consultabili nel libro “Il piccolo giudice. Fede e Giustizia in Rosario Livatino” di Ida Abate per Editrice Ave mentre l’Associazione sta valutando l’utilità di ristamparli e diffonderli soprattutto tra i Magistrati). Rosario non volle mai far parte di club o associazioni di qualsiasi genere.

Rosario Livatino fu ucciso, in un agguato mafioso, la mattina del 21 settembre ’90 sul viadotto Gasena lungo la SS 640 Agrigento-Caltanissetta mentre – senza scorta e con la sua Ford Fiesta amaranto – si recava in Tribunale. Per la sua morte sono stati individuati, grazie al supertestimone Pietro Ivano Nava, i componenti del commando omicida e i mandanti che sono stati tutti condannati, in tre diversi processi nei vari gradi di giudizio, all’ergastolo con pene ridotte per i “collaboranti”. Ergastoli sono stati inflitti agli esecutori Paolo Amico, Domenico Pace, Gaetano Puzzangaro, Salvatore Calafato, Gianmarco Avarello ed ai mandanti Antonio Gallea e Salvatore Parla. Tredici anni sono inflitti a Croce Benvenuto e Giovanni Calafato, entrambi collaboratori di giustizia.

Rimane ancora oscuro il “vero” contesto in cui è maturata la decisione di eliminare un giudice ininfluenzabile e corretto. Rosario Livatino è purtroppo solo la terza vittima innocente e illustre di Canicattì. Prima di lui, il 25 settembre 1988, stessa sorte toccò al presidente della Prima Sezione della Corte d’Assise d’Appello di Palermo Antonino Saetta e al figlio Stefano trucidati in un agguato mafioso sempre sulla SS 640 AG-CL sul viadotto Giulfo mentre improvvisamente, senza scorta e con la sua auto, faceva rientro a Palermo dove abitava e lavorava. Per questo duplice omicidio dopo quasi dieci anni sono stati individuati e condannati con un unico processo i presunti mandanti ed esecutori superstiti.

“Il Gattopardo” al Castello di Donnafugata (Ragusa) il 28 agosto

Il-Gattopardo

Il 28 agosto 2014, alle ore 22:30, nella meravigliosa cornice del Castello di Donnafugata (Ragusa), si respirerà la magia e l’eleganza de Il Gattopardo di Luchino Visconti. Donnafugata è un nome familiare per “Il Gattopardo”, infatti è lo stesso nome che Visconti utilizzò per i luoghi nel quale fu ambientato il film (che non sono a Ragusa ma a Ciminna e Tommaso Natale – Palermo, dove in questi giorni sarà rievocato il set con mostre e omaggi). “Il Gattopardo” verrà proiettato in versione restaurata nel contesto del Donnafugata Film Fest

Il programma della giornata del 28 agosto:

Arena del castello ore 19

Aldo Cottonaro presenta il libro “Buttanissima Sicilia“, sarà presente l’autore Pietrangelo Buttafuoco

ore 21

Proiezione “1863 – I Mille di Garibaldi” (Italia, 1934, 81 minuti) di Alessandro Blasetti

ore 22:30 L’isola come set

Proiezione “Il Gattopardo” (Italia-Francia, 1963, 186 minuti) di Luchino Visconti

clicca qui —-> il trailer de”Il Gattopardo” in versione restaurata

l’evento è gratuito

 

 

 

 

Pubblicato in News

100 Pietro Germi – Ispica da Oscar | riassunto 2 giornata

Appuntamenti di altissima cultura nella giornata del 9 agosto

Alle 19:30 a Palazzo Bruno di Belmonte la storia di “Divorzio all’italiana” con Lando Buzzanca, Mirta Guarnaschelli, Marialinda Germi, Alessandro Bonifazi ed il team del remake teatrale del 2013 (Laura Bruno, Giovanni Peligra, Marco Antoci)

Eccelsa performance dello scrittore e giornalista Pietrangelo Buttafuoco che parla di Germi, della Sicilia, della sicilianità e della cultura italiana.

Alle ore 21:30 Terramatta con Roberto Nobile, Chiara Ottaviano, Gianni Molè ed il figlio di Vincenzo Rabito.

clicca qui——-galleria fotografica

video—–PIetrangelo Buttafuoco – “Dovete salvare la cultura!”

 

 

100 Pietro Germi – Ispica da Oscar | riassunto 1 giornata

Bellissima atmosfera ieri ad Ispica tra super ospiti del cinema e tour dei palazzi liberty

con Lando Buzzanca, Marialinda Germi (figlia di Pietro Germi), Mirta Guarnaschelli (segretaria di edizione di Pietro Germi)

Sono state omaggiate le città di Favara e Sciacca dove sono stati girati “Il cammino della speranza” (Favara) e “Sedotta e Abbandonata”/”In nome della legge” (Sciacca)

Per Favara erano presenti il sindaco Rosario Manganella e l’assessore al turismo Enzo Agrò

Per Favara era presente Vincenzo Raso dell’associazione “Pietro Germi”

Ci vediamo stasera, 9 agosto, dalle 19, per la seconda giornata sempre con Buzzanca ed altri nuovi ospiti: Pietrangelo Buttafuoco, Roberto Nobile ecc. La serata si concluderà col concerto dell’Italian Brass Band! Non mancate! #100PietroGermi #ispicadaoscar PROGRAMMA

Il riassunto della prima giornata

clicca qui —– galleria fotografica (Salvatore Brancati)

clicca qui —– servizio video uno 100 pietro germi

DSC_4930 DSC_5119 palazzo bruno di belmonte foto 4 DSC_5165 foto 1 foto 2DSC_5130 DSC_5103 DSC_5097 DSC_5012 DSC_4892 DSC_5144




 

Pubblicato in News

stasera, 6 agosto, ore 21 su VIDEO UNO Divorzio all’italiana – il Docufilm

STASERA, 6 AGOSTO dopo il tg delle 21.00 su VIDEO UNO, canale 74 del digitale terrestre andrà in onda il docufilm “Divorzio all’italiana – Ispica da Oscar

Potrete rivivere quello che è accaduto il 27 luglio 2013!

Regia di Ruben Ricca

Aiuto regia: Laura Bruno, Stefano Drago, Giusy Favara

Cast: Carmelo Gugliotta, Simonetta Cuzzocrea, Alice Canzonieri, Germano Martorana, Giovanni Peligra, Nino Raucea, Marco Antoci, Carmen De Luca, Eliana Poidomani, Ana Maria Klem, Riccardo Maria Tarci.

trucco: Antonio Pluchino, Silvia Zocco, Viviana Gargiulo, Damiano Poidomani

Scenografie: Bernd Leuchtemberger

Il magnifico team delle comparse!

INTERVISTE ESCLUSIVE!

Dedicato alla memoria di Salvatore Avveduto

Non perdetelo!

hqdefault

10601316_629864850455097_58758103_n

Dolce & Gabbana promuove Ispica, la città di “Divorzio all’italiana”

Schermata 2014-08-04 alle 19.27.40 (2)

La rivista Swide.com di Dolce & Gabbana promuove “100 Pietro Germi – Ispica da Oscar” (Ispica, 8-9-10 agosto)

“If you are in Sicily then stop off in Ispica from 8 – 10 August and take a stroll along Corso Garibaldi just like the impeccable Mastroianni once did!”

Un bellissimo tour in lingua inglese della cittadina iblea ricordando i film ed i grandi del cinema che sono passati da queste parti. Buona lettura!

LEGGI —–> articolo Dolce & Gabbana su swide.com

CONFERENZA STAMPA PRESENTAZIONE #100PietroGermi – 4 AGOSTO, ore 11

100 Pietro Germi – Ispica da Oscar

4 AGOSTO, ore 11

Borgo Rio Favara

Contrada Santa Maria del Focallo
97014 – Ispica – Ragusa

Interverranno

comunicato stampa: http://www.divorzioallitaliana.com/?p=153

programma eventohttp://www.divorzioallitaliana.com/?page_id=127

INFO E ACCREDITI STAMPA

Ispica da Oscar
tel. 3203297917
tel. 3332064871
tel. 3389872227
ispicadaoscar@gmail.com
www.divorzioallitaliana.com
www.facebook.com/cineturismoinsicilia

Brochure online

locandina 100

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Borgo Rio Favara 

Bagaglino

Pubblicato in News